Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storytelling digitale a scuola: una bella storia

Venerdì 27 maggio al Politecnico di Milano si è svolta la premiazione di PoliCultura 2016, concorso di storytelling digitale per le scuole organizzato dal laboratorio HOC-LAB. Centinaia di bambini e ragazzi da tutta Italia, accompagnati da insegnanti e genitori; palloncini colorati, risate, un'atmosfera di grande festa. E la sensazione (liberatoria, quasi euforica) che le cose si possono fare, che a volte bastano un'idea e un po' di buona volontà.

Il concorso PoliCultura è un progetto per le scuole, italiane e del mondo, del Politecnico di Milano. Si rivolge a scuole di ogni ordine e grado, dalla primaria alle superiori. Dal 2006 ha coinvolto circa 30.000 studenti, di età compresa tra i 5 e i 18 anni, e più di 2.500 docenti.

Le classi sono chiamate a creare storie multimediali interattive usando 1001Storia, uno strumento autore creato da HOC-LAB. La base di PoliCultura è il cosiddetto storytelling digitale, cioè il "raccontare storie" combinando testi, immagini, audio, video. Tutte le narrazioni multimediali prodotte vengono rese altamente visibili: un portale innovativo, un canale YouTube dedicato e una App interattiva.

All'iniziativa è abbinato, appunto, un concorso, che premia le narrazioni secondo i diversi livelli scolastici. La valutazione si basa sulla qualità del risultato e sul valore didattico dell’esperienza: lo sviluppo di una storia multimediale deve supportare un’effettiva acquisizione di benefici didattici, oltre al pieno coinvolgimento della classe.

I dati raccolti finora mostrano che gli studenti partecipanti acquisiscono solidi benefici: familiarità con le tecnologie, competenze “autoriali” con il multimedia, abilità nel lavoro di gruppo e nello sviluppo di progetti… In aggiunta, viene riportata spesso una maggiore motivazione nella partecipazione alle attività scolastiche in generale.

Assistendo alla premiazione e ascoltando le testimonianze degli insegnanti durante il workshop conclusivo con Paolo Paolini (direttore di HOC-LAB) e Nicoletta Di Blas, siamo rimasti colpiti da un entusiasmo che non si lascia scoraggiare dalle difficoltà pratiche, da una capacità inventiva che supplisce alla scarsità di mezzi, da una voglia sincera di condividere la propria esperienza.

Ne abbiamo ricavato uno "storytelling" della scuola italiana ben diverso da quello che ci viene quotidianamente offerto dai mass media. Finalmente una bella storia.

Storytelling digitale a scuola

di Nicoletta Di Blas

editore: Apogeo Education

pagine: 160

Un manuale pratico per insegnanti con la voglia di innovare

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.