Il tuo browser non supporta JavaScript!

Come sopravvivere alla "nuova rivoluzione delle macchine"

Come potremo rispondere alla sfida che gli algoritmi di "apprendimento profondo" ci stanno ponendo, minacciando il nostro ruolo in attività finora considerate dominio esclusivo degli esseri umani? Riproduciamo qui di seguito la presentazione che Thomas C. Reeves, insigne studioso nel campo delle tecnologie a servizio dell'apprendimento, ha scritto per il libro Storytelling digitale a scuola, di Nicoletta Di Blas.

Nel loro libro La nuova rivoluzione delle macchine. Lavoro e prosperità nell'era della tecnologia trionfante, Erik Brynjolfsson e Andrew McAfee, due docenti della Sloan School of Management al Massachusetts Institute of Technology, si uniscono a un coro di esperti nel predire che gli algoritmi di calcolo, i robot e altre applicazioni di intelligenza artificiale presto elimineranno molte delle professioni alle quali scuole e università attualmente preparano gli studenti. La capacità dei computer ad apprendimento approfondito (deep learning) di vedere e capire, di ascoltare e parlare, di leggere e scrivere, di integrare informazioni e formulare giudizi, sta progredendo a un ritmo impressionante. Benché la maggior parte della gente si sia ormai abituata all’idea che i robot soppianteranno gli operai nel lavoro in fabbrica, la maggior parte di noi non inizia nemmeno a intuire i modi in cui lo sviluppo delle macchine capaci di apprendere inciderà sul futuro di contabili, architetti, avvocati, giornalisti, medici, insegnanti e altri professionisti.

Tuttavia, Brynjolfsson e McAfee spiegano che esistono almeno tre obiettivi didattici che i robot e i computer ad apprendimento approfondito non saranno in grado di raggiungere nel prossimo futuro: nello specifico, l’ideazione, il riconoscimento di modelli dalla struttura ampia e la comunicazione complessa. L’ideazione consiste nella creazione di nuove idee, il tanto celebrato “pensare fuori dagli schemi”. Il riconoscimento di modelli dalla struttura ampia implica l’utilizzo di input da diverse fonti sensoriali e la capacità di esaminare il quadro complessivo – compresi i fattori estetici, sociali, politici, economici, culturali e tecnici – per trovare una soluzione a problemi mal strutturati. La comunicazione complessa richiede di integrare comunicazione verbale e non verbale e sfumarle con empatia, creando argomentazioni persuasive capaci di convincere gli altri.

Purtroppo Brynjolfsson e McAfee concludono che il mondo dell’istruzione non sta affrontando questi obiettivi in maniera adeguata, a nessun livello scolastico. Ad esempio gli autori citano ricerche in cui si dimostra che gli studenti universitari passano molto meno tempo a studiare oggi che in qualsiasi altro periodo del passato, seguendo corsi tenuti da docenti che esigono ben poco da loro in termini di applicare ideazione, riconoscimento di modelli a struttura ampia e comunicazione complessa.

Questo dilemma è esattamente il motivo per cui il presente volume, Storytelling digitale a scuola, è così importante. La nostra società non può permettersi di attendere che il mondo dell’istruzione universitaria inizi ad occuparsi di questi fondamentali obiettivi. Fortunatamente, i concetti e le strategie della narrazione digitale delineati in quest’opera forniscono anche a studenti più giovani le opportunità necessarie per sviluppare e rafforzare precisamente le capacità di pensare in modo creativo, risolvere problemi complessi e produrre comunicazioni avvincenti. Ogni insegnante, dirigente scolastico e genitore dovrebbe leggere Storytelling digitale a scuola per comprendere l’importanza di iniziare ora a preparare gli studenti per un futuro in cui gli algoritmi di “apprendimento approfondito” renderanno automatizzate professioni attualmente svolte da esseri umani, a un ritmo sempre più veloce.

La gara tra l’apprendimento umano e l’apprendimento delle macchine è cominciata: questo libro può aiutare gli umani a vincere la corsa.

L'autore: Thomas C. Reeves

Professor Emeritus of Learning, Design, and Technology presso la University of Georgia, Athens (USA).


Guarda tutti gli articoli scritti da Thomas C. Reeves

Storytelling digitale a scuola

di Nicoletta Di Blas

editore: Apogeo Education

pagine: 160

Un manuale pratico per insegnanti con la voglia di innovare

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.